Alla fine del 1901 il Vescovo di Cremona, monsignor Giuseppe BONOMELLI, interpellò il poeta Antonio Fogazzaro sulla possibilità di dar vita ad una preghiera che incrementasse lo spirito religioso dei Marinai d'Italia. L'illustre scrittore (nato a Vicenza il 25 Marzo 1842) accettò di buon grado l'invito e compose in poco tempo quella che intitolò "Preghiera vespertina per gli equipaggi della Regia Marina da guerra".
L'occasione di trasmettere tale bellissima composizione alla Marina Militare Italiana avenne di lì a poco, il 23 Febbraio 1902, quando, contemporaneamente alla consegna della bandiera di combattimento all'incrociatore corazzato "Giuseppe Garibaldi", il comitato delle dame genovesi, presieduto dalla marchesa Eleonora Pallavicini Barraco, fece dono alla nuova unità di una bandiera di seta bianca sulla quale era stato artisticamente ricamato il testo della "Preghiera Vespertina".
Era desiderio delle signore che la bandiera fosse innalzata sulla plancia dell'incrociatore nelle occasioni di rilevante importanza, ma il comandante del "Garibaldi, Capitano di Vascello Cesare Agnelli, colpito dalle parole della preghiera di Fogazzaro, chiese ed ottenne nel marzo di quell'anno, dall'allora ministro della Marina, Ammiraglio Costantino Morin, l'autorizzazione a recitarla in navigazione prima dell'ammainabandiera, quando l'equipaggio è schierato a poppa. Da allora tale consuetudine si diffuse rapidamente su tutte le navi della flotta, tanto che nel 1909 la "Preghiera Vespertina" era già comunemente conosciuta come "Preghiera del Marinaio Italiano" e ne era stata resa obbligatoria la lettura a bordo.
Dopo la morte di Fogazzaro, avvenuta il 7 marzo1911, il manoscritto della preghiera passò nelle mani della contessa Carolina Colleoni Giustiniani Bandini che, nel gennaio 1928, lo donò alla Marina nella persona del grande ammiraglio Paolo Thaon di Revel. Il testo autografo fu quindi consegnato all'Ufficio Storico della Marina che tutt'ora lo conserva nel suo archivio.
La "Preghiera del Marinaio" viene attualmente letta, oltre che prima dell'ammainabandiera in navigazione, anche al termine di messe a bordo, nelle caserme e negli stabilimenti della Marina e alla conclusione di funzioni religiose.

 

STORIA DELLA PREGHIERA DEL MARINAIO
Leggi la Preghiera del Marinaio della Marina Militare
Preghiera del Marinaio in originale clicca sull'immagine per ingrandire.
Notizie ANMI Carrara